12593774_1646019819056804_5716279180852394573_o

Ritorno al futuro: l’auto elettrica a Torino

Venerdì 27 maggio, ore 18.00
Piazza Cavour 2/A

Ritorno al futuro: Torino può ancora essere la città dell’auto?
Una proposta per la progettazione e la produzione dell’auto elettrica, dentro una nuova mobilità urbana.

L’auto elettrica di, e per, Torino

Apre Giorgio Airaudo,
ne discutono:

Silvia Bodoardo, ricercatrice PoliTo, ricercatrice sistemi stoccaggio per l’energia
Paolo Massai, Automotive Engineer, esperto di veicoli elettrici
Massimiliana Carello, ricercatrice PoliTO, responsabile gruppo ricerca veicoli elettrici e ibridi innovativi.
Giovanni Cipolla, consulente e docente ingegneria energetica e dei trasporti
Federico Bellono, segretario Fiom-CGIL Torino

Modera: Paolo Griseri, La Repubblica

Torino continua ad avere nelle proprie viscere una cultura del lavoro manifatturiero che pensiamo debba essere salvata, ripensandola, verso nuove produzioni e nuove professioni. Una transizione che solo un ruolo attivo e di visione della politica può garantire.
Perché non immaginare una Torino capofila della produzione di auto di nuova generazione?
La transizione verso l’utilizzo di auto elettriche, in contemporanea con lo sviluppo di forme di mobilità intermodale e riduzione del traffico privato, è un’opportunità/necessità da cogliere. Torino ha le carte in regola per diventare la capofila della progettazione e della produzione di veicoli elettrici, e in tal senso può essere la città che sperimenta una nuova mobilità privata, pubblica e commerciale.

Nel 2025 immaginiamo una Torino dove nel centro possano circolare unicamente auto elettriche. In questo modo si possono ottenere almeno tre risultati: rivitalizzare un “saper fare” manifatturiero legato alla produzione automobilistica che è ancora presente sul nostro territorio; riconnettere manifattura e ricerca, immaginando così produzioni intelligenti e sostenibili; ripensare la mobilità urbana riducendo il numero di auto private, favorendo pratiche di condivisione e rafforzando il trasporto pubblico.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi